Hit counter

Commenti

loader
Giornata

logo fantalega Buonasera a tutti i fantallenatori!

Giornata di campionato che viene dominata dall'I-Mega, che con un sonoro 82 stacca il pass per il primo posto, grazie ad un centrocampo in cui le cose stanno CUADRAnDO alla perfezione e ne succedono di tutti i colori (a dominare le tonalità dei Verdi). Se poi si aggiunge che Marco il fatto che Marco si perde in giro per un BORRdIELLO di Cagliari, lasciando il posto ad un affamato BigMac che segna il suo centesimo gol in serie A, il gioco è fatto. Fortunatamente per i suoi avversari, però, il mister fa male i CONTI e gioca in 10: il distacco dalle inseguitrici altrimenti sarebbe stato ancora maggiore! Secondo gradino del podio occupato dalla International Balompiè, la cui fattoria degli animali (il Dzeko ed il Gallo) lì davanti non da scampo a nessuno: merito anche di ZAPPAcosta, che, prima dell'inizio delle partite, aveva arato i campi di gioco, mettendo in difficoltà gli avversari, e di Rikola Kalinic, che, dopo essersi schiarito la gola a suon di caramelle per tutto il match, decide, ancora una volta, di segnare al all'ultimo minuto. Terzo posto per le Ae Brusae le cui tattiche portano frutti alquanto Acerbi e riesce a portare quasi tutta la squadra sopra la sufficienza (nessuno ci era mai andato così Vecino), in cui a spiccare è la grande prestazione di "asSA LAH, che ci penso io!". Poco sotto gli Squai, che mettono mezza pinna davanti all'Atletico Aghighi, soffiandogli il quarto posto: tutto merito di Benassi, che, impegnato in tourneé, lascia il posto a Baselli che non delude, e di Gregorio Defrel Magno, re dei Franchi e non del Franchi, bensì dell'Olimpico degli dei. Aghighi che comunque agguantano un buon quinto posto grazie all'Insigne Lorenzo il Magnifico, illustre medico e rigorista. Sesto posto per gli Incamisai, la cui squadra Trotta sulle ali dell'entusiasmo, spinta dagli italianissimi Candreva e, di nome e di fatto, Inglese. Poco sotto si piazza la Porselo, che, in una generale prestazione deludente, salva soltanto il semi-sconosciuto Samir (non Handanovic) e l'ultimo acquisto Deulofeu. Terzultimo posto per la Bigol, reduce dall'aver ricevuto cattivi Consigli, che più no Kessiè lo portano sulla buona strada. Chiudono il gruppo l'Ombralonga, in cui spicca il cirillico Thereau, ma la sua prestazione non riesce a dare quel Pepe (che si prende un bel 4) in più alla sua squadra, ed infine El Pibe de Oro.

In coppa, lì davanti rimane tutto invariato con le vittorie in scioltezza della Balompié sull'Ombralonga e degli Squai sul Pibe, mentre soffrono di più le I-Meghe, che, però, riescono a portare a casa i tre punti contro l'Aghighi, conservando la terza posizione. Chiudono il quadro le vittorie delle Brusae sulla Porselo (grigliata per tutti!) e degli Incamisai sulla Bigol.

Buona pausa nazionali a tutti!

Dallo stadio Marcantonio Bentegodi di Verona, passo e chiudo!
Simone